Acido ialuronico e filler: 3 cose da sapere sull’intervento più “in” di sempre


Lo conosciamo tutti ed è ormai nella top ten dei trattamenti di medicina estetica più richiesti da uomini e donne di ogni età. Si tratta del filler a base di acido ialuronico. Il trattamento dal potere volumizzante, tonificante, e non solo, dona al viso una armonica e naturale bellezza ma quanto ne sappiamo davvero di questa miracolosa sostanza?

Ecco allora 3 cose che è bene sapere sull’acido ialuronico e sul trattamento di filler.

  1. Il miracoloso acido ialuronico

L’acido ialuronico è una sostanza ben nota al nostro organismo e da lui naturalmente prodotta per idratare e proteggere i tessuti connettivo. La sostanza rappresenta infatti una sorta di impalcatura che permette al pelle di mantenere nel tempo la sua tonicità e, allo stesso tempo, grazie alla capacità dell’acido ialuronico di legare e trattenere acqua, garantisce anche una costante idratazione della pelle. Ecco perché quando, con il passare degli anni, la sostanza diminuisce, la pelle invecchia perdendo sia tono che elasticità.

 

  1. Utilizzato nei filler per un’azione volumizzante e non solo!

Quando si ricorre ad un trattamento di filler a base di acido ialuronico, lo scopo è quello di volumizzare le aree del viso “depresse” e poco toniche. Oltre però a svolgere un’azione riempitiva per labbra, zigomi e altre zone del viso e del corpo, la sostanza svolge anche un’azione tonificante, elasticizzante e idratante per la pelle.

 

  1. Un risultato immediato senza rischi di rigetto

Trattandosi di una sostanza biocompatibile, l’acido ialuronico non presenta rischi di rigetto dopo la sua infiltrazione. Inoltre già al termine di una seduta di filler è già possibile ammirarne l’efficacia.

Possibili ecchimosi sono nella norma ma con esse ecco anche il nuovo aspetto fresco, più tonico e armonico.