La liposcultura: l’operazione per dire addio agli accumuli di grasso


Un po’ qui e un po’ lì, il grasso non è mai ben accetto quando in eccesso! Ecco perché ricorrere a diete e attività fisica rappresenta un punto di partenza per poter lavorare sul proprio corpo e sperare di ottenere la silhouette tanto desiderata.

Non sempre tuttavia è semplice rimuovere quei fastidiosi cuscinetti di grasso che minano le forme del nostro corpo, soprattutto quando il tessuto adiposo è localizzato in punti critici come fianchi e cosce. In questi casi, la liposcultura può essere la soluzione più indicata per ridefinire la silhouette.

Si tratta di un intervento di chirurgia estetica che permette non solo di rimuovere il grasso in eccesso, ma anche di tonificare la cute, favorendo una retrazione della pelle successivamente all’aspirazione del tessuto adiposo. Più nello specifico la procedura è definita liposcultura tridimensionale.

Per l’operazione si utilizza infatti una cannula con diametro decrescente che consente di trattare accuratamente i diversi strati di adipe asportando il grasso localizzato e allo stesso tempo di favorire un effetto tensore della cute sovrastante. La durata dell’intervento varia in base al numero di aree da trattare, ma mediamente è di circa 2 ore.

La procedura di liposcultura è spesso associata anche ad un intervento lipofilling. Il grasso prelevato può infatti essere riutilizzato per riempire le zone depresse del corpo e del viso.

Quando tuttavia si parla di liposcultura è bene precisare che non si tratta di un intervento mirato alla perdita di peso, ma esclusivamente al rimodellamento del corpo.

Inoltre i risultati che l’operazione garantisce necessitano di cura affinché durino nel tempo. Pertanto è consigliato seguire uno stile di vita sano, caratterizzato da una corretta alimentazione e dalla giusta dose di attività fisica.