Quali sono i tempi di guarigione di una blefaroplastica?


La blefaroplastica è l’intervento di chirurgia estetica indicato per tutte le persone che desiderano correggere le borse palpebrali, un eccesso di pelle nella palpebra superiore e/o inferiore e altri difetti dell’area perioculare.

Attraverso tale procedura è possibile ottenere un ringiovanimento dello sguardo molto soddisfacente e duraturo nel tempo, grazie a tecniche sempre più all’avanguardia che hanno permesso anche una riduzione delle tempistiche dell’intervento che vanno dai 30 minuti per una blefaroplastica superiore, fino a circa due ore per una blefaroplastica completa.

Una volta appurata la fattibilità di una blefaroplastica, attraverso una visita specialistica da un chirurgo qualificato, si può iniziare a prepararsi per l’intervento. Oltre agli esami pre operatori, per i pazienti è di fondamentale importanza avere le informazioni necessarie per il post operatorio, in particolare circa i tempi di guarigione.

La domanda più frequente che viene posta a un chirurgo estetico è proprio quella relativa alle tempistiche di guarigione di una blefaroplastica, per capire dopo quanto è possibile ritornare alla vita di sempre.

Premesso che ogni persona, in base all’età, allo stato di salute generale e allo stile di vita, ha una processo di guarigione differente, si può comunque affermare che il tempo di recupero di una blefaroplastica è piuttosto veloce.

Terminato l’intervento, il paziente avrà le suture chiuse con pochissimi punti e coperte da sottili cerotti per maggiore protezione. Una volta tornato a casa (a poche ore dall’operazione) dovrà stare in completo riposo senza sforzare minimamente gli occhi e dormendo con la testa poggiata su almeno due cuscini, per contenere il gonfiore.

La terapia farmacologica prescritta dal chirurgo è mirata a limitare il dolore e i fastidi post operatori e a scongiurare eventuali infezioni ed è quindi è necessario seguirla in modo corretto. Dopo circa 10 giorni dall’intervento, si potrà tornare a lavoro, ma i tempi di guarigione sono stimati intorno alle due settimane, dopo le quali sarà possibile ricominciare la quasi totalità delle attività quotidiane.

I normali lividi e gonfiori diminuiranno giorno per giorno, mentre l’eventuale sensazione di secchezza oculare verrà gestita attraverso l’utilizzo di particolari colliri indicati dal chirurgo. Anche le cicatrici con passare del tempo rimarranno solamente un lieve ricordo, sempre solo se gestite in maniera appropriata, sempre quindi sotto lo stretto controllo del professionista di fiducia.