La bellezza delle proporzioni con la mastoplastica riduttiva


Il desiderio della maggior parte delle donne è quello di sfoggiare un decolleté prosperoso che da sempre è il simbolo della sensualità e della femminilità.

Eppure ci sono ragazze e signore dotate di un seno naturalmente grande che farebbero di tutto per nasconderlo, perché lo ritengono ingombrante e volgare dal punto di visa fisico e assumono atteggiamenti e posture scorrette pur di non attrarre l’attenzione sul loro corpo.

In molti casi non si tratta solamente di un problema estetico, perché un seno generoso può diventare la causa di dolori alle spalle, di problemi alla cervicale e di infiammazioni a livello epidermico; un peso difficile da sopportare in tutti i sensi.

Fortunatamente la chirurgia estetica ha la soluzione ideale per questa problematica fisica e psicologica e propone l’intervento di mastoplastica riduttiva, che ha lo scopo non solo di ridurre il volume delle mammelle, ma anche di eliminare le asimmetrie e donare una forma migliore.

La mastoplastica riduttiva non è particolarmente dolorosa anche se varia da caso a caso, ma quando il tessuto da eliminare non è eccessivo si può eseguire anche in day hospital senza quindi la necessità di dormire in clinica.

La procedura consiste nell’asportazione dei tessuti mammari e cutanei in eccesso e nel rimodellamento dei seni, spostando inoltre l’areola più in alto, proprio per dare una proiezione diversa alle mammelle che saranno sin da subito più piccole ma anche più alte e più sode.

Se il seno è particolarmente sceso, è necessario effettuare in contemporanea anche una mastopessi, ovvero un vero e proprio lifting per alzare il decolleté in maniera naturale e armonica.

Grazie al progresso scientifico, le tecniche operatorie si fanno sempre più sofisticate, ma le incisioni porteranno inevitabilmente la presenza di cicatrici più o meno estese e, a seconda dei casi saranno posizionate intorno all’areola, lungo il solco mammario e tra l’areola e la base del seno.

Il dottor Raffale Rauso, noto chirurgo plastico del nostro Paese, sostiene che una mastoplastica riduttiva ben eseguita, porterà cicatrici che pian piano nel tempo tenderanno a schiarirsi e a diventare meno evidenti, grazie anche a una terapia creata ad hoc a base di creme specifiche.

Molte donne temono che dopo essersi sottoposte a una mastoplastica riduttiva, non potranno più avere la possibilità di allattare, ma ciò è vero solo in parte e solo nei casi in cui è necessario uno spostamento del capezzolo.

Un decolletè perfetto non è necessariamente legato alla grandezza, perché la sensualità di un corpo femminile è data dalla proporzione delle sue singole parti.

Per una mastoplastica riduttiva eseguita con le più moderne tecniche chirurgiche, il dottor Rauso opera le sue pazienti nelle più importanti città italiane come Roma, Milano Napoli e Caserta