Le innumerevoli proprietà dell’acido ialuronico


Beautiful Girl Touching Her Face. Isolated on a White Background. Perfect Skin. Beauty Face. Professional Makeup

Per contrastare i segni dell’invecchiamento, combattere contro l’avanzare del tempo, la medicina estetica offre diversi trattamenti antiage. Tuttavia, da anni, tra i prediletti degli amanti delle “punturine” c’è l’acido ialuronico, considerato il filler per eccellenza grazie alle sue innumerevoli proprietà.

L’acido ialuronico è una sostanza utile per l’idratazione e l’elasticità cutanea e pertanto già nota alla nostra pelle. Si tratta, propriamente, di un glicosaminoglicano caratteristico del tessuto connettivo cutaneo e pertanto in grado di conferire elasticità e morbidezza, e costante idratazione e protezione alla pelle. Purtroppo però, nel tempo, con l’avanzare dell’età, la sua quantità di concentrazione nei tessuti si riduce gradualmente portando quindi alla comparsa dei primi inestetismi che compromettono la bellezza della pelle.

Per questo motivo, il trattamento di filler all’acido ialuronico, rappresenta la soluzione perfetta per ritrovare la bellezza di un tempo, ottenendo non solo un ripristino dei volumi del viso ma anche una cute più sana e ben idratata.
La sua biocompatibilità e naturalità, lo rendono infatti, la scelta prediletti e non solo.

Oltre infatti a volumizzare e plasmare le rughe d’espressione (rughe glabellari e le comuni “zampe di gallina”), l’acido ialuronico è in grado di colmare le piccole lesioni cicatriziale nonché rimodellare il profilo del volto.
La sua grande efficacia è tuttavia connessa alla sua forma “legata” e non “libera” nei filler, con quantità alte di molecole di acido ialuronico legate tra loro per prolungarne la permanenza e il potere riempitivo nel tessuto cutaneo.

Il trattamento inoltre è molto semplice. Con piccole iniezioni praticate nei punti di interesse del viso con un ago di piccolo spessore, è possibile ottenere risultati eccellenti. L’effetto riempitivo dell’acido ialuronico è infatti immediato ma tuttavia variabile a seconda della tipologia di pelle del paziente nonché dalla quantità e soprattutto qualità del prodotto utilizzato.
I risultati ottenibili non sono però definitivi. La durata è infatti variabile da 6 a 18 mesi a seconda delle quantità e tipologie di linkaggio della sostanza.