I timori legati ad un intervento di chirurgia estetica


timori-interventoL’esigenza o il desiderio di modificare un particolare del proprio aspetto comporta necessariamente il ricorso ad un intervento (sia esso minimo o di una certa importanza). E’ del tutto giustificato nutrire dei timori quando ci si affida a qualcuno che andrà ad agire sul nostro viso o corpo modificandone l’aspetto. Gli esseri umani posseggono un forte istinto di autoconservazione che li porta, di norma, ad evitare le situazioni di pericolo e comunque a schivare quelli che sono i contesti nei quali si ipotizza vi possa essere dolore o sofferenza. Sono proprio questi elementi a condizionare lo stato d’animo di chi si sottopone ad un intervento in generale.

Nel caso della chirurgia estetica occorre fare alcune precisazioni molto importanti. La ricerca scientifica e gli enormi passi avanti che sono stati realizzati sia nelle tecniche operatorie che nella somministrazione dei vari tipi di anestesia possono fare affermare con un certo margine di sicurezza che oggi è possibile sottoporsi a molti interventi volti a migliorare il proprio aspetto, senza i timori di un tempo.

Per quanto riguarda le tecniche operatorie va detto che buona parte degli interventi di chirurgia estetica vengono realizzati avvalendosi di procedure che prevedono un basso livello di invasività e tempi di esecuzione davvero rapidi. Il tutto a grande beneficio del paziente. A ciò si collega il discorso sull’anestesia, forse l’aspetto maggiormente temuto dai pazienti in quanto comporta non solo l’assunzione di sostanze (tramite inalazione o iniezione), ma determina (nel caso del ricorso all’anestesia generale) anche la perdita di coscienza che è strettamente legata alla paura di non risvegliarsi più.

Orbene, proprio sull’anestesia sono stati raggiunti risultati tali da consentire oggigiorno di operare con pazienti coscienti e vigili, magari solo leggermente sedati, i quali nel giro di pochissime ore riprendono a deambulare e tornano a casa col sorriso sulle labbra.

Molte delle paure legate agli interventi chirurgici sono dettate dalla mancanza di conoscenza o dal grado di suggestionabilità di ogni individuo. Per affrontare con serenità un intervento, può essere utile un colloquio con chirurgo e anestesista i quali saranno ben lieti di tranquillizzare il paziente nel fornirgli i dettagli relativi all’intervento e a ciò che esso comporta. Restare allo scuro genera solo convinzioni errate ed esagerate che alimentano paure e suggestioni, amplificandole.

I Dott. Raffaele Rauso e Pierfrancesco Bove, coadiuvati da Domenico Rienzo in qualità di anestesista, sono lieti di risolvere le tue perplessità per rendere il tuo percorso di bellezza sicuro e privo di timori.