L’importanza del lavoro di squadra


lavoro di squadraLa chirurgia plastica ed estetica si occupano non solo di rendere le persone più avvenenti, ma molto spesso esse si dimostrano fondamentali nel risolvere problematiche sia estetiche che funzionali. Il loro contributo alla vita degli individui è di grande importanza e tutto ciò che concerne l’attività della sala operatoria non va considerato con leggerezza. Che si tratti di piccole procedure di breve durata o di interventi che richiedono ore, nulla può essere lasciato al caso e per ogni singola operazione vanno utilizzati i medesimi accorgimenti e la stessa professionalità.

La chirurgia plastica ed estetica si occupano non solo di rendere le persone più avvenenti, ma molto spesso esse si dimostrano fondamentali nel risolvere problematiche sia estetiche che funzionali. Il loro contributo alla vita degli individui è di grande importanza e tutto ciò che concerne l’attività della sala operatoria non va considerato con leggerezza. Che si tratti di piccole procedure di breve durata o di interventi che richiedono ore, nulla può essere lasciato al caso e per ogni singola operazione vanno utilizzati i medesimi accorgimenti e la stessa professionalità.

In sala operatoria ogni professionista riveste un ruolo di fondamentale importanza. Dall’infermiere all’anestesista al chirurgo, ciascuno rappresenta l’anello di una catena la cui solidità è determinata appunto dalla forza del singolo componente. Ma non solo: in momenti delicati quali appunto possono essere gli interventi chirurgici a volte è tutta questione di attimi. Una frase non colta a dovere, un’intenzione mancata possono rivelarsi un ostacolo e incidere sulla durata dell’intervento o sulla qualità della sua riuscita.

Ecco perché obiettivo primario di chi si occupa di chirurgia plastica ed estetica è quello di creare un’équipe solida e ben coordinata. Lavorare assieme da anni crea una sinergia e una simbiosi che si traducono in garanzia di ottimi risultati e grande soddisfazione per entrambi (pazienti e professionisti del settore). Le parole d’ordine sono collaborazione, coordinazione, dialogo e coaching. Un buon team è quello in cui ogni elemento rispetta in pieno il ruolo dell’altro e ne riconosce l’importanza. Se poi si tratta di un gruppo che opera assieme da anni, allora le garanzie di una buona riuscita si amplificano. Se è vero che il ruolo del chirurgo può essere considerato come preminente, va ricordato che egli non può operare in tranquillità senza l’ausilio di un valido anestesista. Lo stesso discorso vale per il personale che assiste (infermieri e strumentisti). In buona sostanza nessun elemento può prescindere dall’altro, poiché a ciascuno compete un proprio ambito d’azione nel quale nessun altro può né deve interferire.

L’équipe composta dai Dott. Raffaele Rauso, Pierfrancesco Bove e Domenico Rienzo coadiuvati dalla personal assistants Mariarita Amore lavora assieme da anni con grande sinergia e collaborazione.