Se la ginecomastia è un problema


ginecomastiaPer ginecomastia (dal greco gyné– donna e masthòs, mammella) si intende uno sviluppo eccessivo della mammella maschile. Tale difetto viene vissuto da molti uomini con grande disagio, poiché visivamente piuttosto immediato e spesso fonte di imbarazzo. Il seno in sé è infatti caratteristica femminile per eccellenza. Non a caso molte donne, nel tentativo di apparire maggiormente femminili e voluttuose si sottopongono ad interventi di aumento del seno (o mastoplastica additiva).

Durante la fase dello sviluppo è del tutto normale assistere ad un aumento della ghiandola mammaria anche nei ragazzi, la quale a breve si atrofizza. Qualora ciò non dovesse accadere ci si trova appunto nella condizione di avere un seno pronunciato. Talvolta la ginecomastia deriva da un semplice accumulo di grasso nella zona delle mammelle (in questo caso di parla di falsa ginecomastia o pseudoginecomastia), oppure a causa di un’incapacità del fegato di eliminare gli estrogeni (ormoni femminili) in eccesso. Non vi sono conseguenze per la salute, ma solamente di tipo psicologico. La derisione di cui sono vittime alcuni adolescenti porta i genitori a rivolgersi al chirurgo estetico al fine di evitare al proprio figlio di essere vittime di fenomeni di bullismo.

Il ricorso alla chirurgia estetica per contrastare la ginecomastia è solitamente risolutivo e dà risultati eccellenti. A seconda che si tratti di ginecomastia vera e propria o di falsa ginecomastia, si interviene in modi diversi. In caso di ginecomastia accertata, l’intervento consiste nell’asportazione della ghiandola mammaria ipertrofica. Se non ci si trova dinnanzi a ginecomastia, ma solo ad un’eccessivo accumulo di grasso si interviene invece mediante la rimozione del grasso in eccesso. Il tutto avviene generalmente in anestesia locale associata a sedazione e in regime di day hospital, anche se in alcuni casi può essere consigliato il ricovero per almeno una notte. La zona sottoposta all’intervento viene avvolta da una medicazione di tipo compressivo. Normalmente si verifica gonfiore, il quale sparisce gradualmente a distanza di 2-3 giorni dall’intervento.

I Dott. Raffaele Rauso e Pierfrancesco Bove, coadiuvati dalla loro èquipe, intervengono da anni con professionalità per risolvere i problemi legati ad un seno maschile pronunciato (ginecomastia) a Napoli.